News

Da oggi abbiamo qualcuno che può spiegarci tutto questo in modo chiaro ed efficiente, indicandoci la corretta dieta da seguire in considerazione del nostro stile di vita, delle nostre abitudini e dei nostri gusti. Il dr. Alessandro Paoli, dottore in dietistica e in scienza della nutrizione, è il nuovo professionista del nostro team che potrà realizzare specifici programmi alimentari che vi guidino verso uno stato di benessere e salute a 360 gradi, tenendo conto anche di obiettivi personali come la perdita di peso o l’attività sportiva, agonistica e non.

Avremo la possibilità di combinare le nozioni in campo odontoiatrico con quelle del mondo della nutrizione ottenendo un prodotto sinergico inimmaginabile, stilando infatti ad personam una lista di alimenti da poter consumare a volontà, senza incorrere in aumento di peso e in problemi dentali o gengivali, e altresì potremo indicarti quali alimenti evitare o ridurre.

Siete fuori a pranzo e non avete la possibilità di lavarvi i denti?

La battaglia contro la carie non è completamente perduta: qualcosa può ancora essere fatto.
Per salvare il sorriso a tavola basta saper ordinare i cibi giusti consumandoli nell’ordine più corretto. Un esempio? Bistecca alla griglia, mix di verdure, un po’ di formaggio stagionato, acqua, una mela e per finire un po’ di frutta secca. Per formulare il menù anti-carie più adatto ai vostri gusti, basta seguire le semplici raccomandazioni contenute nella “Piramide odonto-alimentare” e nel “Regolario di Igiene Orale 3.0” formulati dagli esperti della Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), che anche quest’anno a marzo promuove il Mese della Salute Orale insieme a Colgate.

Il dr. Alessandro Paoli ci spiega: «L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per la salute dei denti, perché i cibi possono alterare i livelli di acidità e la quantità di zuccheri presenti nella saliva, cioè i due fattori causa principale dell’insorgere della carie». Gli alimenti più sicuri sono quelli anticariogeni, capaci cioè di contrastare la formazione della carie favorendo la pulizia dei denti e la crescita di batteri benefici.
«In genere sono alimenti poco adesivi che hanno un’elevata consistenza, come le verdure fresche e fibrose o la frutta secca», precisa il dr. Alessandro. «Questi cibi richiedono una vigorosa masticazione, che favorisce la pulizia dei denti e ha un effetto meccanico salutare sull’osso dove sono impiantati».

A questi si aggiungono poi il latte e i formaggi stagionati che, oltre a fornire il calcio utile a rafforzare denti e ossa, contengono anche preziose sostanze che agiscono direttamente sui denti come uno scudo protettivo per lo smalto. «I formaggi stagionati in particolare contengono i caseinfosfopeptidi, che aiutano la rimineralizzazione dello smalto, e l’aminoacido arginina, che favorisce lo sviluppo dei batteri “buoni” che contrastano la carie». Gli alimenti come carne, pesce e uova sono invece neutri, o meglio cariostatici, e aiutano a proteggere i denti anche in assenza di un’adeguata igiene orale. Infine ci sono gli alimenti cariogeni, i più pericolosi per la salute della bocca, perché sono capaci di favorire l’insorgenza e lo sviluppo della carie in presenza di placca batterica: tra questi ci sono gli agrumi, i dolci, il pane, e le bevande zuccherine.

«Eliminarli dalla dieta è un grave errore». «Possiamo mangiarli in tutta tranquillità, purché si seguano delle semplici regole: magari evitiamo di consumarli da soli, come spuntino o merenda, così come a fine pasto, quando sappiamo che dopo non possiamo lavarci i denti. Il trucco sta nel consumarli in associazione ad altri cibi protettivi». Meglio dimenticarsi di certi abbinamenti letali per i denti, come le merende a base di brioche alla marmellata e spremuta di arancia. «Se vogliamo goderci la spremuta senza preoccuparci dei denti, possiamo abbinarla ad esempio con frutta secca o scaglie di parmigiano».

27 Apr, 2020

Come mantenere le gengive sane

Sei sicuro di prenderti cura davvero delle tue gengive? Probabilmente non ci hai mai pensato, ma mantenere sane le gengive è fondamentale ai fini di una corretta igiene orale. Vediamo… Read More