fbpx

Raccomandazioni nutrizionali per la salute orale dei bambini

Negli scaffali supermercati ci sono merende dalle confezioni accattivanti realizzate in modo da attirare l’attenzione di genitori e bambini. Cosa fa però veramente bene alla salute e al sorriso dei più piccoli?

La cura dei denti nei più piccoli

Nel corso degli ultimi anni il sorriso dei più piccoli è molto peggiorato a causa dell’eccessivo consumo di zuccheri e dell’aumento dei batteri che inevitabilmente attaccano i denti. Questa situazione è la diretta conseguenza di abitudini scorrette che tendono a mantenersi anche quando si diventa adulti. Intervenire sui bambini vuol dire quindi fare in modo che questi sviluppino l’abitudine a scegliere dei prodotti sani anche per la salute della bocca.

Prendersi cura di sé è infatti un comportamento che inizia sin da piccoli e poi prosegue durante la crescita. La situazione incomincia a peggiorare quando i bambini non usano correttamente lo spazzolino. I più piccoli, infatti, sono spesso poco propensi ad usarlo e se i genitori non seguono con attenzione la loro igiene, può capitare che talvolta non lavino i denti. La supervisione degli adulti è importante perché nei bambini deve ancora radicarsi l’abitudine a curarsi quotidianamente e spesso essi non sono consapevoli delle conseguenze del loro comportamento. Insomma se vogliamo che i nostri figli abbiamo un bel sorriso dobbiamo seguirli con impegno sin da piccoli. Il risultato di abitudini sbagliate è che le prime carie possono presentarsi già a due anni. Il numero dei bambini con una dentatura deteriorata già nei primissimi anni di vita è in aumento.

Tra le cause di carie precoce c’è l’assunzione di latte durante la notte. Quando infatti ciò accade il bambino generalmente si addormenta presto e il cavo orale resta totalmente immerso negli zuccheri. I denti vengono quindi attaccati dai batteri della bocca che iniziano con rapidità un processo che può portare alle carie.

La salute dei denti inizia a tavola

Poche regole alimentari possono essere un valido aiuto nella difesa del cavo orale e danno come risultato un bel sorriso. La cura della salute inizia sin da scuola con la scelta della merenda. È stato riscontrato un consumo di prodotti non salubri da parte dei bambini che mangiano snack ricchi di zuccheri trasformati. Negli asili e nelle elementari si fa poca educazione alimentare per cui lo spuntino dei bambini è spesso ricco di sostanze non idonee a entrare nel menu abituale dei più piccoli. Fuori casa inoltre non c’è la possibilità di lavare i denti, pertanto gli zuccheri presenti nelle merende possono rappresentare un serio problema per la salute dentale. Uno dei prodotti più controversi è il succo di frutta, che ha un alto livello calorico e rappresenta una seria minaccia per il cavo orale. Noi del Centro Odontoiatrico Idea di Mezzocammino possiamo offrirti qualche consiglio per gestire al meglio anche il momento della merenda.

· Scegli spuntini salutari come formaggio, frutta fresca e secca.

· Evita che i pasticcini e gli zuccheri rientrino nelle abitudini quotidiane del tuo bambino.

· Alterna spesso gusti e sapori per evitare che i piccoli si stufino di mangiare sempre lo stesso alimento e ricorrano a merende confezionate.

· Preferisci la frutta fresca al succo di frutta, con pochi gesti ottieni una buona macedonia.

· Se vuoi dare al tuo bambino il succo di frutta aspetta che abbia compiuto un anno e non comprare confezioni troppo grandi rispetto all’età del piccolo, eviterai così porzioni non adatte alla sua età.

· Ai bambini non dovrebbe mai essere dato il succo prima di addormentarsi perché gli zuccheri aumentano la carica batterica e durante la notte possono danneggiare seriamente il cavo orale.

· Dagli anche dell’acqua che resta la bevanda ideale sia per gli adulti che per i bambini.

È molto difficile dare regole e abitudini corrette per l’igiene orale quando i bambini crescono, per questo noi Centro Odontoiatrico Idea di Mezzocammino riteniamo che iniziare presto sia la strada migliore.

· Spazzola i denti del tuo piccolo 2 o 3 volte al giorno già da quando spunta il primo dentino e così si abituerà a prendersi cura della bocca.

· I bambini non possono lavarsi i denti da soli fino a quando non avranno raggiunto gli otto anni. A questa età infatti avrà acquisito la padronanza dei movimenti che gli consente di usare da solo spazzolino e dentifricio, anche se la supervisione di un adulto è molto importante per correggere i movimenti sbagliati.

Ci vuole un po’ di attenzione anche agli strumenti che vengono utilizzati per l’igiene orale. Gli spazzolini devono infatti essere adeguati all’età e il dentifricio deve essere al fluoro. Quanta pasta si deve mettere sullo spazzolino? Basta un chicco di riso per i più piccoli fino a 2 anni, il doppio per i bambini fino a sei anni e oltre quest’età uno o due centimetri di dentifricio sono la quantità giusta per pulire i denti, senza esagerare con il prodotto.

Non puoi comunque fare tutto da solo e noi specialisti del Centro Odontoiatrico Idea rappresentiamo un valido supporto nella cura dei denti e per offrirti consigli e consulenze sulla salute orale del tuo bambino. Oltre a prenderci cura della salute dei denti, siamo anche attenti a relazionarci nel modo migliore con i più piccoli. Offriamo quindi professionalità, serietà e la giusta attenzione per dare a tuo figlio un fantastico sorriso!

VPGD Comunicazione - Crediti