News

L’importanza del fluoro per una sana e corretta igiene della bocca. Questo articolo nasce da una riflessione “pubblica” della Dottoressa Brittany Seymour, professoressa alla Harvard School of Dental Medicine che il team del Centro Odontoiatrico Idea ha pensato di dover condividere anche con voi.

La Dottoressa si era appena laureata quando dovette affrontare una situazione che difficilmente dimenticherà: presso il suo studio si presenta una bambina di 2 anni e mezzo per mano della sua mamma.

Purtroppo arrivavano da una zona in cui l’acqua era completamente sprovvista del fluoro al suo interno. La bambina aveva già i quattro dentini centrali, ma erano talmente mal messi che dovette estrarli tutti quanti. Infatti, essi erano caratterizzati da carie, facevano molto male ed erano infetti.

La situazione che si viene a creare in uno studio odontoiatrico può risultare traumatico e terrificante per un bambino cosi piccolo, ma nonostante ciò la bambina rimase ferma ed immobile e si lasciò curare dalla dottoressa.

Terminata la seduta, la dottoressa, la mamma e la bimba si trovavano in piedi in corridoio ed il medico spiegava come prendersi cura della bocca, fino a quando la bimba la abbracciò senza dire una parola.

Grazie a questo evento, la dottoressa Seymour capì quanto fosse importante la cura e l’igiene del cavo orale, non solo per gli adulti ma soprattutto per i più piccoli.

Perché il fluoro è così importante?

La malattia più comune di adulti e piccini è la carie ed il fluoro è uno dei modi migliori ed il più sicuro per prevenirla.

Come funziona il fluoro?

La bocca contiene batteri che si alimentano con gli zuccheri che si trovano all’interno del nostro cavo orale e che provengono dai cibi che noi mangiamo e dalle bevande che beviamo. Questo processo fa in modo che si attivi un’ulteriore meccanismo, ovvero la formazione di un acido che consuma la parte più esterna del dente (cioè lo smalto).

Il compito del fluoro, per evitare le carie, è quello di proteggere il dente rendendolo più resistente e forte verso gli acidi. Esso, non solo previene la carie, ma aiuta ad invertire i primi segni che la carie provoca. Proprio per la sua azione e la sua proprietà, il fluoro è stato nominato come una sostanza molto importante per la salute pubblica nel XX secolo.

Una delle principali domande che si pongono le mamme è se ci si deve preoccupare se il proprio bambino beve acqua contenente fluoro. La risposta è assolutamente no. Al contrario, l’acqua con questa sostanza al suo interno fa molto bene. Bevande come succhi di frutta, soda e quelle sportive contengono molti zuccheri che contribuiscono alla formazione delle carie. L’acqua fluorata aiuta a prevenire ed inoltre è priva di calorie a differenza delle bevande appena citate.

Un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione è che il fluoro è una sostanza naturale che si trova in tutte le fonti di acqua naturale. Se si beve quella del rubinetto in comunità in cui il fluoro viene aggiunto all’approvigionamento idrico si può essere certi di assumerlo in quantità sufficienti e necessarie per la salvaguardia dei denti.

A differenza delle fonti naturali, non tutta l’acqua delle bottiglie lo contiene ed è per questo che è fondamentale leggere bene l’etichetta.

Utilizzare un dentifricio contenente fluoro è molto importante, ma se durante la giornata beviamo acqua fluorata ecco che i denti saranno protetti al massimo dalle carie.

A che età bisogna cominciare a lavare i denti ai bambini?

La cura e l’igiene della bocca è importante fin dai primi mesi del bambino. Inizialmente è sufficiente passare una garzina imbevuta con un pò di acqua e massaggiare le gengive. Dal momento in cui i denti cominciano a comparire si può cominciare ad utilizzare uno spazzolino dalle setole morbide con una piccolissima quantità di dentifricio contenente fluoro.

Quando il piccolo sarà in grado di sputare la pasta per i denti allora si può aumentare di quantità, in modo da spazzolare bene i denti e sputare il dentifricio che non dovrebbe essere ingerito. Questa procedura di aiuto nello spazzolamento dovrebbe essere ripetuta almeno fino ai 5 o 6 anni di età in modo da garantire una pulizia completa.

Non ci si deve preoccupare se il proprio bimbo inserisce il dentifricio contenente fluoro a condizione che sia della quantità giusta per l’età. Proprio per questi motivi che si raccomanda la vigilanza durante questa operazione che è utile anche per evitare che la pasta venga ingerita inutilmente.

La fluorosi dentale è molto comune nei primi 8 anni dei bambini e ciò avviene quando si assume una quantità eccessiva di fluoro nel periodo in cui i denti si trovano ancora sotto la gengiva.

Si tratta per lo più di una questione estetica e non di un problema di salute. Per ridurre al minimo questa situazione è importante tenere sotto controllo che non venga ingerita una quantità superiore di dentifricio contenente fluoro e si raccomanda di insegnare ai propri bimbi di sputare bene dopo ogni lavaggio dei denti.

Il trattamento al fluoro per i bambini

Molti dentisti raccomandano il trattamento a base di fluoro per i bimbi. Si tratta di un metodo rapido ed indolore in cui medico applicherà uno strato di fluoro sui denti; esso di presenterà con un colore simpatico dal gusto gradevole. Non ci sono controindicazioni, al massimo si potrà consigliare di non mangiare e bere per i 30 minuti successivi.

La comunicazione con i bambini è molto importante e lo è anche cercare di fargli capire quanto sia utile il ruolo del fluoro. È necessario trovare le giuste parole ed i giusti temi per invogliarli ad una cura ed igiene della propria bocca.

⚠️ COMUNICAZIONE⚠️

 

Comunichiamo a tutti i nostri pazienti che il Centro Odontoiatrico Idea,
in linea con le ultime direttive anti-Covid19, adotterà tutte le misure necessarie per continuare a ricevere in totale sicurezza tutti voi con il consueto orario (Lun-Ven 9-18) e solo tramite appuntamento.

Informiamo inoltre che il triage di sicurezza prevedere che venga registrata la temperatura di tutti i pazienti che entrino nella nostra struttura. Agli stessi verrà chiesto anche di disinfettare le mani con specifici prodotti e di indossare un paio di guanti monouso per tutta la durata della seduta di trattamento. E’, inoltre, obbligatorio indossare mascherine di protezione in ogni ambiente comune; verrà chiesto di rimuoverla soltanto nel momento dell’ingresso nella zona clinica.

Ricordiamo infine che tutti i nostri dottori e i nostri collaboratori sono sottoposti a test antigenici specifici per Covid-19 ad intervalli regolari.