Quanto spesso dovrei vedere un igienista dentale?

La pulizia dentale professionale è una pratica imprescindibile, da effettuarsi almeno semestralmente, per garantire la salute e la bellezza del sorriso. Una buona prevenzione, che comprenda delle visite a cadenza regolare presso un igienista dentale, dà la garanzia di preservare a lungo i propri denti in ottima salute.

 

L’igiene dentale quotidiana non basta

Tutti i dentisti e gli igienisti dentali raccomandano una corretta igiene orale, da insegnare ai bambini fin dalla più tenera età e da conservare, come buona abitudine, per tutta la vita. Questo comprende l’utilizzo di un ottimo spazzolino, manuale od elettrico, almeno due volte al giorno. Inoltre, è sempre consigliabile terminare il lavaggio dei denti con il passaggio del filo interdentale. Quest’operazione serve a rimuovere residui di cibo tra i denti e nel solco gengivale, a prevenire la formazione di placca e tartaro, ad igienizzare tutto il cavo orale, col risultato di ottenere una bocca pulita e fresca, prevenire le macchie e preservare la salute dentale e gengivale.

Per quanto sia accurata e scrupolosa l’igiene personale, però, non è sufficiente a fornire un’adeguata pulizia dei denti, soprattutto nelle zone difficili da raggiungere manualmente e da soli. Nelle sacche gengivali in fondo alle arcate dentali, nei solchi tra base dei denti e gengive e nelle zone retrostanti, è difficile arrivare. Lì si possono accumulare batteri, placca e tartaro, che causano infezioni, sanguinamento, retrazioni gengivali ed altre patologie, anche potenzialmente serie.

 

Cos’è la pulizia professionale ed in cosa consiste

La pulizia professionale, da effettuarsi per mano di un igienista dentale specializzato e qualificato, come quelli che lavorano presso il nostro Centro Odontoiatrico IDEA, è un trattamento che dura, in genere, meno di un’ora, poco invasivo e non doloroso. Si tratta della pulizia profonda e dell’igienizzazione di tutto il cavo orale, corredato dalla rimozione di eventuale tartaro e da un trattamento finale di smacchiamento e sbiancamento della dentatura. Grazie ad una accurata pulizia, si ripristinerà un sorriso sano e bianco e si limiteranno al minimo proliferazioni batteriche e di placca, che potrebbero causare serie infezioni ed infiammazioni.

La pulizia professionale comprende varie fasi. La prima è quella denominata detartrasi, durante la quale, con appositi strumenti, l’igienista rimuove eventuali pezzi di tartaro. Il tartaro è una sostanza dura e ruvida, ricca di batteri, impossibile da rimuovere con un semplice spazzolino e foriera di problemi come gengiviti, ascessi gengivali, retrazioni della gengiva, infezioni e sanguinamenti dolorosi. Una volta rimosso tutto il tartaro, che tende ad accumularsi soprattutto nel solco gengivale, si passa, con l’ausilio di appositi dispositivi medici, al risciacquo igienizzante. Infine, per valorizzare la bellezza del sorriso, si procede a rimuovere le macchie evidenti con appositi ingredienti sbiancanti ed a lucidare la superficie dei denti. Al termine del trattamento si potranno apprezzare una bocca sana e pulita, un alito fresco ed un sorriso smagliante.

 

Ogni quanto tempo è necessario sottoporsi ad una pulizia professionale dei denti?

Se non ci sono particolari problemi, l’igienista dentale va visto almeno due volte l’anno. Questo è il minimo, per assicurare ai propri denti una corretta pulizia, prevenire la carie e l’insorgere di disturbi gengivali. In molti casi, però, è necessario effettuare più trattamenti all’anno, fino a quattro. Ad esempio, i fumatori od i grandi bevitori di caffè o vino, avranno bisogno di dedicare un’attenzione in più ai loro denti poiché nicotina, caffeina ed alcool, oltre a provocare antiestetiche macchie, tendono a modificare il pH della saliva, rendendola più incline a produrre batteri, placca e, di conseguenza, tartaro.

Chi soffre di patologie a carico delle gengive, come gengiviti ricorrenti, infiammazioni, delicatezza delle mucose con frequenti sanguinamenti o dolorabilità e sensibilità dentinale, farebbe bene a visitare l’igienista dentale anche tre o quattro volte l’anno. In questo modo, non solo ci si assicurerà la perfetta pulizia del cavo orale, ma si avrà anche l’occasione di effettuare un controllo generale e, in caso di problemi o di peggioramento di quelli di base, si potrà intervenire tempestivamente, prima che i danni diventino irreversibili e dolorosi.

 

È vero che effettuare troppe detartrasi può rovinare lo smalto dei denti?

Le moderne tecniche odontoiatriche, abbinate alla professionalità di un ottimo igienista dentale e di prodotti di alta qualità, come quelli che utilizziamo nel Centro Odontoiatrico IDEA, non possono in alcun modo inficiare la salute dei denti, anzi, contribuiscono in modo importante e sostanziale a preservarne la salute e la bellezza. Gli strumenti moderni sono studiati per rimuovere, con precisione millimetrica, anche i più piccoli pezzetti di tartaro, senza intaccare in alcun modo lo smalto dentinale od irritare i nervi e gengive.

I prodotti utilizzati per l’igiene e lo sbiancamento sono testati ed anallergici, molto ben tollerati dalla stragrande maggioranza delle persone, ed agiscono in modo delicato, nel rispetto delle mucose, delle gengive e dei denti stessi. Usi frequenti e ripetuti negli anni non intaccano in nessun modo lo smalto anzi, i prodotti per l’igiene a base di fluoro lo fortificano. In conclusione, almeno due sedute all’anno di pulizia dentale professionale presso un ottimo igienista garantiscono pulizia, igiene, prevenzione da carie ed altre patologie dentali e gengivali, eliminano l’alitosi e donano un sorriso bello e sano.

VPGD Comunicazione - Crediti