News

I denti dei bambini e le errate credenze. La cura dei denti comincia fin da bambini e il ruolo dei genitori è molto importante perché imparino come eseguire l’igiene orale quotidiana. Sarà quindi tua la responsabilità nell’insegnagli come fare a usare non solo lo spazzolino, ma anche il filo interdentale e il collutorio.

Persistono, però, dei luoghi comuni del tutto errati proprio sui denti dei bambini che devono essere sfatati, per evitare di provocare danni che potrebbero essere evitati.

Come genitore sarai influenzato da informazioni fuorvianti o prese per buone, ma questo potrebbe compromette la salute dei denti dei tuoi figli anche da adulti. Non spaventarti se stai leggendo queste parole, perché puoi rimediare seguendo alcune raccomandazioni importanti. Di seguito ecco quali sono i 5 errori più frequenti che riguardano i denti dei bambini.

“I bambini dovrebbero lavarsi i denti appena possibile”

I bambini devono lavarsi i denti sotto la tua supervisione, perché hanno bisogno di essere guidati nelle manovre di lavaggio in particolare con lo spazzolino e poi con il filo interdentale per eliminare i residui anche negli spazi dentali.

Una delle difficoltà che spesso incontrano è quella di raggiungere anche i molari e riuscire a togliere tutto quello che può provocare la placca e quindi la carie.

In linea generale i bambini raggiungono l’autonomia nell’igiene orale intorno ai 6 anni, ma se non fosse così devi seguirli e istruirli perché assumano sane abitudini.

 “I denti da latte non sono importanti, tanto alla fine cadono”

Devi sapere che i denti da latte sono importanti tanto quanto quelli definitivi, perché gli aprono la strada per una crescita armonica e anche per evitare malocclusioni. Più precisamente se i denti decidui vengono intaccati dalla carie è probabile che anche quelli che stanno per spuntare siano soggetti alla stessa sorte.

Per questo è importante curare i denti da latte e monitorare la loro salute portando i bambini alle visite periodiche presso il nostro Centro Odontoiatrico Idea, dove preserveremo non solo la salute dei denti dei nostri piccoli pazienti, ma anche la loro estetica.

“È importante che il bambino lavi i denti quando si sveglia”

Un concetto come questo è di fondo errato, perché è importante lavare i denti almeno 2 volte al giorno dopo i pasti principali e in particolare la sera. Il motivo è semplice e riguarda la prevenzione della permanenza di residui di cibo durante la notte, che possono provocare a lungo andare delle infezioni.

Far lavare i denti al bambino appena si sveglia è utile solo a rinfrescare l’alito, in quanto durante la notte si sviluppano sostanze solforate che potrebbero causare alitosi.

Il consiglio è quello di fargli lavare i denti dopo la prima colazione e questa regola vale anche per gli adulti.

“Il succo di frutta è una scelta salutare”

Il succo di frutta contiene zuccheri e, al di là dell’apporto nutrizionale, è potenzialmente dannoso perché intacca il pH del cavo orale, esponendo la dentatura al pericolo di colonizzazioni batteriche e quindi di carie. In qualità di genitore dovresti controllare le etichette dei succhi di frutta per verificare il contenuto di zuccheri.

Lo stesso problema si presenta quando i bambini mangiano dolciumi o comunque carboidrati a merenda, perché anche questi contengono glucidi. L’ideale è fargli lavare i denti subito dopo, o comunque entro mezz’ora, per evitare di esporli alla degradazione.

La bevanda ideale per i bambini è l’acqua ed è l’unica che non provoca danni o getta le basi per l’insorgenza della carie.

“I bambini non devono usare le gomme da masticare”

Un altro luogo comune errato che vuole il chewingum sia pericoloso per i denti, mentre potrebbe essere anche benefico, con le dovute precauzioni. La gomma da masticare può essere data a bambini preferibilmente dai 7 anni in poi, per evitare rischi di soffocamento.

Riguardo ai denti è sufficiente che non abbia concentrazioni elevate di zucchero. Oggi sul mercato ci sono molte marche che sono attente a eliminare gli zuccheri e a sostituirli con sostanze naturali, come la stevia. In definitiva, se la gomma è senza zucchero puoi darla ai bambini, in particolare dopo mangiato. Il chewingum, infatti, stimola la produzione di saliva che ha notoriamente proprietà disinfettanti.

A questo si aggiungere la possibilità di “lavare” via residui di cibo con il flusso salivare, riportando velocemente alla normalità il pH del cavo orale. La gomma da masticare allo xilitolo può essere utile anche per prevenire la formazione della placca, anche se non è paragonabile all’azione dello spazzolino. Si può affermare che è una “accettabile alternativa” quando si è fuori casa e non si ha la possibilità di lavare i denti.