News

Il sorriso è una delle componenti più importanti del nostro corpo e una dentatura perlata, con un colore chiaro e brillante, può essere una delle più importanti chiavi vincenti relazionali.

Cosa accade quando, dopo anni di mangiare, fumare, bere caffè, vino e tè, i denti perdono la loro brillantezza?

Per far ritornare il sorriso di un color bianco brillante, il dentista possiede un’ampia varietà di tecniche. La semplice e meno invasiva sembra essere quella riferibile alla procedura di sbiancamento, sicura, facile da usare e più accessibile anche sotto il profilo economico.

Ma come funziona lo sbiancamento dei denti?

Prima di tutto, occorre chiarire che la risposta non potrà che essere personalizzata dal dentista di nostra fiducia. Pertanto, il metodo più appropriato di sbiancamento dentale verrà scelto di volta in volta sulla base delle caratteristiche dei pazienti: i principali trattamenti includono tuttavia lo sbiancamento con l’uso di luce ultra violetta e gel sbiancante.

Le molecole del gel riescono ad entrare nei minuscoli pori dello smalto e della dentina, rompendo le macchie che “bloccano” la luce. Man mano che le macchie vengono frammentate, la luce riesce a penetrare in maggiore ampiezza attraverso i denti, con l’impressione che siano più chiari.

Per caratteristiche estetiche, le macchie più facili da trattare sono quelle colore giallo, o lievemente marrone. Di contro, i denti con colorito marrone scuro o grigio-blu sono i più difficili da trattare, poiché indicanti una macchia profondamente radicata nella struttura del dente (di norma, tali macchie sono causate da farmaci assunti negli anni, come la tetraciclina, e possono richiedere un minimo di tre settimane per “debellarle”).

A seconda dello gel sbiancante utilizzato e del tempo di posa, i risultati possono essere visibili già dalla prima ora, la notte successiva, o entro 3-4 giorni.

18 Nov, 2016

Parodontite: cause, sintomi e rimedi

La parodontite, anche detta periodontite e parodontopatia, è un'infiammazione dei tessuti parodontali, che determina una perdita d'attacco dei denti rispetto alla gengiva, causando sanguinanti, movimento dei denti, e talvolta anche perdita degli stessi. Sintomi In un primo… Read More