News

Mantenere un sorriso sano: il miglior regalo che puoi farti questo Natale

Il periodo natalizio è alle porte, di sicuro si starà già pensando ai regali e alle tradizioni da onorare con amici e familiari. Le varie festività giocano un ruolo importante nelle interazioni sociali, in particolar modo si parla di mangiare e bere in compagnia, specialmente a Natale. Un neo delle festività natalizie è il fatto che spesso si esagera e questo può danneggiare non solo il nostro stomaco, ma anche l’apparato orale.

Il periodo natalizio è sempre frenetico tra l’organizzazione di feste, la scelta dei regali ed altri mille impegni tra casa e lavoro, e spesso si trascura la propria salute, in particolare la salute dei denti viene messa molto da parte.

Regalarsi un sorriso sano è forse la cosa più bella che si possa fare sé stessi, in particolare è il miglior regalo che puoi farti questo Natale. Ecco cinque consigli per mantenere un sorriso in salute durante tutto l’anno e nei periodi festivi in cui essere sempre al top è importante.

Ecco cinque consigli funzionali per mantenere in salute l’apparato orale n salute durante le feste.

Mettere via gli spuntini che contengono zucchero

Durante il periodo natalizio viene fin troppo semplice e spontaneo fare uno spuntino con una fetta di torta, del torrone o dei biscotti. Sono un enorme tentazione ma danneggiano la salute del nostro sorriso perché gli acidi contenuti nello zucchero attaccano i denti. Di fatti, mangiare abitualmente cibi zuccherini fuori dai pasti porterà ad avere le carie ai denti perché, per via dei troppi zuccheri, la bocca non riesce dopo l’attacco degli acidi dello zucchero tra un pasto o uno spuntino e l’altro. Questo significa che possiamo concederci un dolce o una golosità, ma preferibilmente durante i pasti principali e preferire altri cibi come merenda. Ottimi esempi sono le alternative senza zucchero o che ne contengono meno oppure la frutta secca ed il formaggio.

Essere moderati con l’alcool

Insieme al Natale arrivano anche le tradizioni col proprio cibo e non solo, sulla tavola arrivano vin brulè e sidro, insieme alle classiche bevande alcoliche come il vino bianco e rosso, mescolare più bevande alcoliche non è proprio una cosa salutare. Inoltre, si sa che durante le feste può capitare di bere più del solito.

Purtroppo l’alcool è ricco di zuccheri e può essere estremamente dannoso per lo smalto dei denti perché molto acido. Se lo smalto dei denti si corrode, purtroppo, si incorre in fastidi difficili da sopportare come il mal di denti e la sensibilità. Quando si beve più del solito, può capitare di dimenticare di lavare i denti, ma è un errore da non commettere perché così gli acidi avranno tutto il tempo di corrodere lo smalto, ecco un disastro.

Sarebbe bene mantenere dei giorni senza bere alcolici dopo aver esagerato, questo non solo per la salute dei denti, ma anche per quella del corpo a livello generale

Avere una buona routine di igiene orale

Durante i periodi festivi, a volte, è inevitabile trascurare alcuni aspetti della propria routine quotidiana, ma è un errore da non commettere.

Il miglior modo per mantenere un sorriso smagliante è quello di spazzolare i denti per due volte al giorno con un dentifricio, preferibilmente al fluoro, il momento giusto per la sera è farlo prima di andare a dormire. Inoltre, sarebbe una buona abitudine quella di pulire lo spazio tra i denti con uno scovolino per rimuovere la placca ed i residui di cibo che lo spazzolino classico non riesce a togliere.

Un’altra ottima abitudine è quella di fare controlli periodici dal dentista per evitare l’insorgere di problemi che si potrebbero andare a trascurare, un esempio sono le visite al nostro centro odontoiatrico Idea

Bere molta acqua

Mantenere una buona idratazione del corpo anche durante i mesi freddi è importante quanto mantenerla durante i mesi caldi per mantenere la salute di tutto il corpo, bocca compresa.

Bisogna prestare attenzione anche a cosa si beve per mantenere una buona salute orale, è bene preferire bevande intelligenti come l’acqua che, bevuta dopo i pasti, aiuta a togliere dalla bocca gli acidi in modo da combatterei loro effetti negativi. L’acqua è importante per l’igiene orale perché contiene fluoro, minerale che aiuta a mantenere resistente lo smalto dei denti.

Sfruttare le occasioni natalizie

I ribassi di Natale possono essere l’offerta imperdibile che si cercava per poter finalmente passare dal classico spazzolino manuale a quello elettrico, è il regalo di Natale più bello da poter fare al proprio sorriso.

I prezzi in questo periodo ribassano su tutto a partire dagli air flosser alle testine intercambiabili degli spazzolini elettrici, accessori per la igiene orale fortemente consigliati dai membri del centro odontoiatrico Idea.

News

Cinque modi per fermare il sanguinamento delle gengive

Il sanguinamento gengivale è un problema estremamente comune ed è un’esperienza che prima o poi chiunque nella vita proverà. Il sanguinamento gengivale è un campanello d’allarme che non va mai sottovalutato e sminuito, infatti può rappresentare il primo stadio di problematiche ben più serie, che possono essere legate semplicemente ad un inefficace e scorretta igiene o a problemi più seri, è quindi in ogni caso consigliabile consultare uno specialista, cosa che fa meno del venti percento di chi nota questa problematica.

Un ottimo modo per prevenire questa fastidiosa problematica è quello di spazzolare nel modo più consono i denti e le gengive.

Alcuni enti che si occupano della salute di denti e gengive si sono riuniti per studiare e fornire una serie di linee guida e metodi che possono aiutare a prevenire e diminuire l’incidenza del sanguinamento gengivale; ne hanno individuati cinque e sono di seguito riportati.

Metodo 1: spazzolino e dentifricio

Il centro odontoiatrico IDEA, specializzato nel settore dell’odontoiatria consiglia di combattere il sanguinamento gengivale utilizzando un dentifricio a base di fluoro ed uno spazzolino, normale o elettrico adatto alle proprie esigenze, né troppo duro né troppo soffice, frizionare i denti due volte al giorno per alcuni minuti, frizionare per alcuni minuti aiuterà il fluoro presente nel dentifricio ad esplicare la sua azione rendendo questa pratica ancora più efficace, oltre a proteggere denti e gengive e mantenerli in buono stato tende a ridurre l’insorgere di malattie, per rendere questa procedura ancora più efficace, si consiglia di eseguire l’operazione di sera prima di andare a letto e dopo pranzo, naturalmente sarebbe buona norma lavare i denti dopo ogni pasto e conservare gli spazzolini in maniera corretta.

Metodo 2: scovolini o filo interdentale

Dato che un semplice spazzolino sia esso normale o elettrico non riesce a raggiungere tutte le cavità presenti nella bocca è bene affiancare al loro utilizzo degli scovolini in silicone usa e getta o del filo interdentale. In commercio esistono infinite tipologie di filo interdentale e di scovolini interdentali, tutti molto semplici da utilizzare e poco costosi, sono reperibili anche in confezione da viaggio per non rinunciare mai alle proprie pratiche di igiene orale.

Metodo 3: un collutorio al fluoro

Il collutorio è un elemento fondamentale nella prevenzione del sanguinamento gengivale e della corretta salute del cavo orale. Oltre a prevenire il sanguinamento gengivale combatte l’alitosi e ritarda la formazione di ulteriori batteri tra un lavaggio dei denti e l’altro.

Metodo 4: controlli programmati presso uno specialista

Lo specialista, come il centro odontoiatrico IDEA, si occupa della salute della bocca, tanto odiato perché infligge cure estremamente fastidiose e costose, ma è il posto giusto a cui rivolgersi in materia di prevenzione del sanguinamento gengivale. Seppur fastidioso il dentista è l’unico in grado di aiutare quando si presentano problemi di salute orale, comprese le gengive sanguinanti. Se le gengive sanguinano o mostrano altre anomalie per un periodo prolungato, è rilevante non attendere che arrivi il seguente appuntamento di routine, ma è buona regola fissarne uno per un consulto.

Metodo 5: avere una corretta alimentazione ed uno stile di vita sano

Sono due aspetti che possono sembrare piuttosto lontani da quello della prevenzione del sanguinamento gengivale, ma non è così, rappresentano due aspetti fondamentali per il corretto stile di vita e lo stato di salute e la prevenzione in ogni aspetto del benessere del soggetto a partire dai capelli per finire con le punte dei piedi.

Una dieta sana è rilevante affinché la nostra bocca funzioni correttamente, infatti dalla bacca iniziano proprio i processi di digestione ed elaborazione di ciò che viene ingerito, quindi è dalla bocca che parte l’elaborazione di tutte quelle vitamine e nutrienti fondamentali per il benessere, è per ciò fondamentale che questa sia alla massima efficienza. È importante seguire una dieta equilibrata e non farsi ingannare dalle etichette dei cibi ad esempio mangiare prodotti senza zuccheri aggiunti non implica che questi non ne contengano e che quindi se ne possano mangiare a volontà senza tenerne conto nel proprio piano alimentare.

Anche i fattori legati allo stile di vita possono influire sulla salute della nostra bocca, come fumare e bere bevande alcoliche. Quanti fumano, hanno aumenti della probabilità di sviluppare problemi gengivali, sia perché il fumo fa diminuire i quantitativi di ossigeno presenti nel sangue, andando ad incidere sulla capacità di guarigione delle gengive sia perché l nicotina si accumula sui denti formando una patina che favorisce la formazione dei batteri.

News

Perché un sorriso bianco dovrebbe essere anche un sorriso sano

Oggi chiunque vorrebbe avere un sorriso smagliante, con denti bianchi e perfetti. Questa volontà personale è sicuramente prima di tutto estetica, perché avere un sorriso del genere vuol dire anche stare meglio con il proprio corpo e rafforzare la propria autostima; d’altro canto, ottenere un sorriso bianco, però, non sempre vuol dire avere anche un sorriso sano. Per ottenerlo, infatti, bisogna migliorare lo stato di salute dei propri denti, attraverso la pulizia costante e visite al proprio studio odontoiatrico di fiducia.

Negli anni i trattamenti di sbiancamento dentale e di odontoiatria estetica, costavano più, e non tutti se li potevano permettere. Oggi i prezzo per l’ortodonzia e per prestazioni di sbiancamento dei denti è considerevolmente più accessibile, ed ottenere queste prestazioni è diventato normale per tutti.

La possibilità di molte persone di potersi interessare in modo più attivo al proprio sorriso, ha generato un atteggiamento estremamente positivo. Infatti, anche se il tuo obbiettivo principale è quello di migliorare l’aspetto dei tuoi denti, nello stesso momento migliorerai la cosa più importante, la salute del tuo sorriso che per noi del Centro Odontoiatrico IDEA è fondamentale per prevenire malattie e permettere ai denti di restare sani e forti. Ben venga quindi quest’atteggiamento e questa voglia di curare i denti anche da un punto di vista estetico, se prima di tutto si fa attenzione alla salute dei denti.

Una nuova ricerca nel campo

Per capire meglio come vediamo e viviamo i nostri sorrisi, esiste un’interessantissima ricerca portata avanti dalla Philips Sonicare, tramite intervista su un campione della popolazione britannica. Si è visto che il 20% dei cittadini britannici adulti ha fatto uso di odontoiatria estetica ed in particolare il 9% nell’ultimo anno. Un altro 19% ha inoltre dichiarato che sta prendendo in considerazione un intervento odontoiatrico estetico. I dati dimostrano anche come il 32% degli inglesi desiderebbero avere denti più bianchi ed il 66% ha considerato il trattamento di sbiancamento dei denti come plausibile.

Le persone si preoccupano più dell’aspetto estetico che della salute dei denti: la maggior parte di quelle che sono state sottoposte a questa ricerca hanno dichiarato di desiderare più i denti bianchi che le gengive sane. Tutto ciò può essere un problema: bisogna sempre fare attenzione alla salute di denti e gengive anche perché con il tempo potrebbe compromettersi anche l’aspetto estetico tanto ricercato.

Un sorriso bianco può essere anche sano?

Da questa ricerca si evince che c’è bisogno di rivalutare le percezioni sbagliate della gente, perché è importante ricordare che un sorriso bianco non è sinonimo di un sorriso sano, ed è quello che noi del Centro Odontoiatrico IDEA facciamo ogni giorno con i nostri clienti. Si può avere un sorriso sia bianco che sano, ma avere una bocca ed una dentatura in salute è ciò che più ci interessa, ed è qui che vorremmo portare l’attenzione.

Quando si ottengono dei denti bianchi a causa dello sbiancamento dei denti, questi risultano sicuramente più belli da un punto di vista estetico, ma allo stesso tempo rendono i denti più suscettibili alla formazione di carie. Le gengive sono più soggette a contrarre malattie, come la periodontite che può portare anche alla perdita dei denti.

Se da un lato i denti bianchi possono migliorare la tua autostima, considera sempre che se esagererai con trattamenti di sbiancamento dei denti, la tua dentatura sarà sicuramente più bella da vedere, ma non per questo sana. Potresti soffrire di perdita dei denti, causando l’effetto opposto di quello che desideravi.

Alcune evidenze scientifiche hanno anche dimostrato come le malattie gengivali possano essere connesse a condizioni patologiche più gravi, malattie cardiache, ictus, diabete e demenza.

Come ripetiamo spesso ai nostri pazienti, ciò dimostra che la salute della tua bocca non è importante solo per il sorriso, ma influisce sulla qualità della vita ed il benessere in generale. Ciò non vuol dire che non dovrai desiderare di avere i denti più bianchi, certo che potrai! Solo che dovrai anche trovare un equilibrio migliore, cercando di tenere anche alla salute dei tuoi denti, più di quanto ti possa importare del colore.

Per mantenere denti e gengive sani è necessario avere una regolare routine di pulizia orale e visitare periodicamente il proprio studio odontoiatrico di fiducia.

Noi del Centro Odontoiatrico IDEA consigliamo sempre ai nostri pazienti di dedicare almeno due volte al giorno alla pulizia dei denti tramite spazzolino e dentifricio, meglio se tre dopo ogni pasto principale. Inoltre, è fondamentale pulire le gengive tramite l’uso del filo interdentale e ridurre il consumo di cibi con elevate quantità di zucchero.

Rispettando questa routine basilare, il tuo sorriso sarà, prima di tutto, più sano: la prossima volta che ti dedicherai ad un trattamento estetico di sbiancamento dentale, sarai anche certo di aver fatto il massimo per poter garantire una salute ottimale per gengive e denti.

News

I migliori trucchi per i genitori che vogliono educare i figli ad una corretta igiene orale

Il sorriso dei bambini è una delle cose più belle da vedere, illumina il cuore ed arricchisce la vita. Bisogna sempre difendere il loro sorriso innocente di un bambino. Fortunatamente si può fare attraverso igiene orale e visite odontoiatriche: in questo modo si garantisce il massimo in termini di cure e benessere.

Per noi del Centro Odontoiatrico IDEA, educare bambini ad una corretta igiene orale sin da piccoli è molto importante, anzi fondamentale! Devi sapere che l’incidenza delle carie fino a sei anni è aumentata ed è molto pericolosa in quanto può provocare la caduta precoce dei denti da latte, inficiando su quella dei futuri denti permanenti. Per questo motivo, ogni genitore dovrebbe insegnare ai bambini, già quando sono piccoli, a spazzolare i loro denti con delicatezza, facendo attenzione al metodo utilizzato, così da non irritare le gengive.

Nonostante approcciare i bambini ad una corretta cura orale non sia affatto semplice, se li si abitua sin da piccolissimi, per loro diventerà un processo naturale. Per creare una routine d’igiene orale per il tuo bambino, potrai seguire alcuni consigli che ti forniamo in quest’articolo: in questo modo predisporrai tuo figlio ad una sana e corretta abitudine.

Crea un programma da seguire negli anni

In quanto genitore è importante determinare un programma dettagliato di tutte le visite che i figli dovranno affrontare nel corso dei loro primi anni di vita. Questo calendario deve anche includere abitudini e routine quotidiane. Questa è la chiave per riuscire a garantire il massimo in termini di cure e prevenzione della loro salute orale.

In generale, noi del Centro Odontoiatrico IDEA consigliamo si seguire questi consigli, in base alle fasi di vita del tuo bambino:

  • Da 0 a 6 mesi: nei primi sei mesi di vita, i denti del tuo bambino sono in fase di sviluppo. In questo periodo è importante garantire una dieta sana e bilanciata, così da avere il massimo apporto a livello di nutrienti essenziali. Visto che tuo figlio non può, in questa fase è necessario che sia tua a pulire le sue gengive con una garza o una salvietta, così da eliminare i batteri annidati nel cavo orale.
  • Da 6 mesi a 6 anni: dopo i primi sei mesi di vita, inizieranno a spuntare i denti dal latte. In questo periodo dovrai rivolgerti ad uno studio odontoiatrico per fare uno screening iniziale. L’ideale sarebbe pianificare una visita almeno una volta ogni sei mesi. Non appena i primi dentini iniziano a spuntare, inizia a spazzolarli con un spazzolino con setole morbide e pochissima quantità di dentifricio.
  • Da 3 a 6 anni: a tre anni di età saranno spuntati tutti i denti da latte, che inizieranno a cadere dopo i 6 anni di età. Dovrai continuare sempre con visite periodiche ogni 6 mesi. In questo periodo però dovrai iniziare anche ad educare tuo figlio all’igiene orale, poiché da ora in avanti sarà lui che dovrà prendersi cura di suoi denti.
  • Dai 6 agli 11 anni: dopo i sei anni di età, tuo figlio inizierà a sostituire i denti da latte con i denti permanenti. Da sei anni in poi sarà fondamentale una corretta igiene orale, acquisita sin da piccolissimi: in questo modo entrerà in gioco anche la routine quotidiana, migliorando lo stato di salute e di prevenzione dei suoi denti.

Come educare i propri figli ad una corretta igiene orale?

Non appena i tuoi figli riescono a tenere in mano uno spazzolino da denti – a circa tre anni di età – è il momento di iniziare ad insegnargli come diventare indipendenti nell’igiene orale.

Alcuni trucchi che noi del Centro Odontoiatrico IDEA consigliamo quotidianamente ai genitori dei nostri pazienti più piccini, sono:

  • Utilizza programmi TV e libri educativi: esistono molti programmi educativi, sia in TV che sul web, creati appositamente per far comprendere il valore della salute orale. Potrai vederli insieme a loro, così da sensibilizzarli, o leggergli qualche libro che li aiuti a comprendere l’importanza del tema.
  • Dà sempre il buon esempio: i bambini amano imitare i genitori; per questo motivo dovrai sempre dare il buon esempio, così che ti vedano prenderti cura dei tuoi denti in modo costante.
  • Mostragli la tecnica corretta giocando: dato che i bambini imitano facilmente, potrai coinvolgerli come se fosse un gioco. Dovranno imitarti a pulirli con la tecnica giusta, difronte allo specchio, mentre li stai lavando anche tu. Mentre lo fai potrai spiegare perché è così importante prendersi cura di denti e gengive. Insegnagli a spazzolare i denti nel modo corretto e, non appena te lo consiglierà l’odontoiatra pediatrico, potrai introdurre anche il filo interdentale.
  • Coinvolgili nell’acquisto di spazzolini e dentifrici mentre sei al supermercato, così li invoglierai ad utilizzarli.

Con questi semplici trucchi, i tuoi figli diventeranno più autonomi nella pulizia di denti e gengive, soprattutto se li attuerai sin da quando sono molto piccoli. Fai sì che la salute orale diventi una sana routine per i tuoi figli!

News

Estrarre il dente o salvarlo? Qual è la scelta migliore?

Ti sarà già capitato – o, prima o poi, purtroppo ti capiterà – di dover fare i conti con un dente dolorante che ti farà compagnia per un bel po’ di tempo o fino a quando ti deciderai ad andare dal dentista, sicuro che la soluzione migliore sia quella di fartelo estrarre perché, come dice il proverbio, “via il dente via il dolore”.

Le cose, però, non devono necessariamente andare in questo modo perché – e questa è una verità che ancora in pochi prendono in considerazione – estrarre un dente dolorante e fortemente infiammato può sembrare la scelta più facile e scontata, ma non sempre è quella migliore. Quindi, un consulto con il proprio dentista diventa fondamentale in questo caso, egli ti potrà elencare quelli che sono i vantaggi o gli svantaggi che comporta la conservazione o l’estrazione del tuo dente dolorante e solo dopo aver preso in considerazione tutte le informazioni importanti che ti serve conoscere potrai decidere quale percorso intraprendere.

Quali vantaggi offre salvare il dente?

Un primo fondamentale aspetto da tenere in considerazione è che, nonostante l’elevata qualità dei materiali con cui vengono realizzate le moderne protesi dentarie, i tuoi denti naturali saranno sempre più forti di qualsiasi dente artificiale e, come consigliamo anche noi del Centro Odontoiatrico Idea ai nostri pazienti, mantenere un elemento naturale all’interno della propria bocca è sempre la scelta migliore rispetto alla sua sostituzione con un impianto dentale e una protesi.

Innanzitutto perché, quando viene estratto un dente e se al suo posto non viene inserito alcun ponte o impianto, è inevitabile che i denti vicini si spostino causando, alla lunga, problemi che vanno dalla scorretta masticazione – visto che le zone integre dell’arcata dentale sarebbero esposte ad una maggiore sollecitazione – all’allineamento sbagliato dell’occlusione: per alcuni pazienti questi potrebbero sembrare problemi da poco, ma è importante sapere che, invece, queste conseguenze possono portare anche ad una cattiva alimentazione e, conseguentemente, ad una riduzione della qualità di vita.

Inoltre, se il dente che vorresti estrarre si trova in una posizione più o meno visibile ogni volta che sorridi o parli vivacemente, puoi renderti conto facilmente che la cosa potrebbe provocarti problemi di autostima o, comunque, un certo imbarazzo che ti costringerebbe a controllare continuamente i movimenti della bocca per evitare che gli altri possano notare il dente mancante. Ma non si tratta solo di una questione estetica che si lascia notare a prima vista perché, rimuovendo, insieme al dente, anche le radici che sostengono la mascella, l’osso che è rimasto privo del suo supporto tenderà a collassare facendo sembrare il tuo volto segnato e più anziano di quanto in realtà sia.

A differenza di quello che potresti immaginare, inoltre, una bocca che presenta una o più siti edentuli, lasciati a sé dopo aver estratto degli elementi dentali, è più soggetta ad andare incontro a infezioni e ascessi rispetto ad una bocca che comprende magari dei denti devitalizzati ma naturali.

Quando è meglio estrarre il dente?

Ovviamente, però, ci soni dei casi in cui il dente è talmente compromesso che estrarlo diventa la soluzione migliore non solo per il cavo orale, ma per l’intero organismo viste le molteplici complicanze a cui potrebbe portare. Rientra in uno di questi casi lo scenario in cui il dente è rotto in uno o più punti ed è troppo debole e danneggiato per essere ricostruito o trattato in altro modo: quindi, nella maggior parte dei casi, il dente viene rimosso quando la sua permanenza all’interno della bocca creerebbe maggiori e più seri problemi di quelli conseguenti alla sua estrazione.

Trattandosi di un vero e proprio intervento chirurgico, è fondamentale rivolgersi a professionisti del settore certificati e qualificati in grado di svolgere un lavoro accurato e indolore. In questo senso, noi del Centro Odontoiatrico Idea, dopo aver preso in considerazione e studiato il caso specifico di ogni singolo paziente e aver valutato con lui la scelta migliore da compiere, siamo in grado di intervenire tempestivamente con le migliori tecnologie e una strumentazione di ultima generazione per affrontare nel migliore dei modi sia i casi che necessitano della chirurgia estrattiva che quelli idonei alla chirurgia rigenerativa.

News

Ti ammali spesso? Il tuo spazzolino da denti potrebbe essere il problema.

Ti ammali spesso e non sai come mai succede? La risposta potrebbe nascondersi nella tua bocca, ed in particolare all’interno del tuo spazzolino.

Sembra strano credere che un semplice spazzolino da denti possa essere la causa di continui malanni e stati influenzali, ma questo può succedere perché tra le setole si annidano moltissimi batteri che, ogni volta che si lavano i denti, provano a modificare la flora orale della bocca.

Secondo alcuni studi e ricerche, in media, infatti, uno spazzolino può contenere fino a più di dieci milioni di batteri, ed il loro valore può essere molto più alto se questo è posizionato vicino al water o al lavandino.

Al mattino spesso capita di svegliarsi molto assonnati o di fretta perché bisogna andare a lavoro, e non si fa molta attenzione a quale spazzolino viene preso dal contenitore, confondendoli più di una volta con quelli di altri componenti della famiglia. Anche l’abitudine di tenere gli spazzoli vicini, all’interno dello stesso contenitore, facilità la moltiplicazione dei batteri, ma confonderlo è sicuramente tra i principali motivi di trasmissione da una persona all’altra all’interno di un nucleo familiare; infatti, se uno dei componenti è malato o lo è stato, ti potresti ammalare più facilmente anche tu.

Ai nostri pazienti, noi del Centro Odontoiatrico IDEA, cerchiamo di offrire giornalmente consigli utili per una corretta pulizia ed igiene orale: tra questi poniamo particolare attenzione anche rispetto all’uso ed al cambio dello spazzolino, poiché è una priorità importante non solo per prevenire la salute della bocca, ma anche per non ammalarsi spesso.
Scopriamo cosa bisogna fare e non fare per evitare questi problemi:

  • Pulisci sempre la parte superiore dello spazzolino prima di lavarti i denti: l’ultima volta che hai utilizzato lo spazzolino potresti non averlo lavato correttamente, per questo motivo è essenziale una corretta pulizia, così da prevenire l’intrusione di alcuni batteri, come E.Coli o Stafilococchi, che possono causare da semplici influenze fino a malattie più complesse.
  • Non tenere lo spazzolino vicino al water: può sembrare strano, ma non lo é: molti bagni, infatti, hanno il gabinetto vicino al lavandino per esigenze di spazio. Quando si tira lo sciacquone del water, questo diffonde nell’aria germi e batteri che possono facilmente depositarsi sullo spazzolino da denti. Inoltre, se ci si scorda di tirare l’acqua subito (può succedere!), i batteri si diffonderanno più rapidamente all’interno della stanza e quindi si annideranno tra le setole dello spazzolino, soprattutto se questo non è ben asciutto.
  • Pulisci regolarmente il portaspazzolino: tra la polvere ed i residui che si formano alla base dello spazzolino e del portaspazzolino, sono tantissimi i batteri che colonizzano queste superfici: ti consigliamo di pulire regolarmente anche il contenitore per ridurre le probabilità di ammalarti. La polvere, in particolare, si deposita più facilmente se lo spazzolino è bagnato, per questo motivo dovrai sempre lavare ed asciugare bene il tuo spazzolino dopo ogni utilizzo.
  • Non spazzolare i denti con pressione eccessiva o aggressività: sii sempre delicato quando si tratta di spazzolare denti e gengive, conta la tecnica e la giusta pressione, non ci vuole una forza inaudita! Utilizzando troppa energia, infatti, potresti causare delle ferite alle gengive che potrebbero sanguinare: in questo caso, la presenza dei batteri nello spazzolino potrebbe infettare più facilmente le gengive, causando una colonizzazione più veloce e repentina.
  • Non tenere tutti gli spazzolini all’interno dello stesso contenitore: uno degli errori più comuni è quello di tenere gli spazzolini di ogni componente della famiglia all’interno dello stesso portaspazzolino. In questo modo viene facilitato il passaggio di germi e batteri da uno spazzolino all’altro.
  • Sostituisci lo spazzolino entro i 3 mesi di utilizzo: gli spazzolini usati non vanno tenuti a lungo, massimo per tre mesi, poiché diventano un ricettacolo di batteri. Inoltre, gli spazzolini vecchi perdono anche la loro funzionalità con l’usura, riducendo la loro capacità di eliminare cibo ed impurità.
  • Cambia spazzolino dopo un periodo di malattia: dopo essere stati male, lo spazzolino avrà sicuramente più batteri del dovuto, ed alcuni di questi sono proprio la causa della malattia. In questo caso è fondamentale ridurre al minimo il rischio di ammalarsi nuovamente, sostituendo lo spazzolino con uno nuovo.
  • Non tenere lo spazzolino vicino al lavandino: come per il water, anche il lavandino può portare nuovi germi e batteri tra le setole del tuo spazzolino, soprattutto mentre si lavano faccia e mani.
  • Non condividere lo spazzolino con altri: è importante per evitare di contrarre infezioni e di mettere sia te che l’altra persona a rischio.

Questi sono i consigli che noi del Centro Odontoiatrico IDEA riteniamo indispensabili per una corretta igiene orale ed una manutenzione appropriata dello spazzolino. Ti raccomandiamo quindi di lavarlo ed asciugarlo ogni giorno, tenendolo lontano da altri spazzolini e da fonti di germi e batteri, ma soprattutto ti consigliamo di cambiarlo frequentemente.