Uncategorized

I denti sono molto delicati e la loro funzione principale è la masticazione, ed ovviamente fanno parte del look personale. Per tenerli sempre sani bisogna curarli, lavandoli tutti i giorni (mattina e sera) e dopo ogni pasto soprattutto quando si mangiano i dolci, che causano la formazione delle carie. Tuttavia in questa guida ci occupiamo delle cattive abitudini che spesso danneggiano i denti. Noi ne abbiamo individuate 5 e di seguito ci apprestiamo ad elencarle

1) La prima abitudine dannosa per i denti è di masticare a lungo i chewingum; infatti tendono ad irritare le gengive, ad indebolire le mascelle e soprattutto i molari che si trovano ai lati.
2) Molte persone, soprattutto coloro che amano mangiare prodotti che macchiano come ad esempio liquirizia, caffè o fumo, cercano di pulire i denti con prodotti acidi. Questi ultimi sono invece da evitare poiché potrebbero danneggiare le gengive e soprattutto bruciare le radici, provocando fastidiosissime nevralgie.

3) Utilizzare gli stuzzicadenti per rimuovere il cibo che si addensa tra gli interstizi dentali. L’operazione va invece fatta con un filo interdentale, e se non c’è la possibilità di farlo subito perché ci si trova fuori casa, allora conviene solo lavarli e poi con calma la  sera, provvedere alla pulizia dettagliata.
4) La quarta cattiva abitudine soprattutto per chi si occupa di lavori di elettricità, è di utilizzare i denti come utensile per spellare i fili, con il rischio di indebolirli, scheggiarli e rimuovere lo smalto che li protegge.

5) La quinta cattiva abitudine che tende a danneggiare i denti è di utilizzare prodotti non appropriati per la sbiancatura; infatti, molte persone usano il bicarbonato di sodio per quest’operazione. Con questo prodotto, appaiono più bianchi ma tuttavia bisogna tener presente che si tratta di una sostanza abrasiva, che rimuove la placca naturale che funge da protezione allo smalto dentale.

Insomma, attenti a come trattate i vostri denti!