L’acqua di mare ha effetto sui denti?

Letteralmente e poeticamente l’acqua di mare è innocente. Scorre senza portare traccia né ricordi ma al contempo è la nostra memoria primordiale.
Potente dal punto di vista simbolico quanto nutrizionale l’acqua di mare è benefica sotto molti aspetti. Difficile immaginare che il liquido primigenio possa essere qualcosa di diverso da un elemento vitale essenziale e necessario.

Eppure in natura ciò che garantisce la vita è l’equilibrio. E all’acqua di mare, da sempre utilizzata come rimedio per la cura di mille disturbi, se vorrai farne uso, dovrai avvicinarti con rispetto e umiltà, dopo aver aumentato la tua conoscenza.

Hai mai bevuto una zuppa di acqua salata? Probabilmente no.

Eppure già dall’antichità si erano scoperte le virtù curative dell’acqua marina, per ricreare la quale, in assenza di sponde, si miscelava la comune acqua con sale marino. Insieme alla salvia, utilizzata direttamente sui denti per sbiancarli, l’acqua e sale è uno dei due rimedi della nonna che maggiormente si sono tramandati sino a noi.

Ottimi rimedi di emergenza ancora oggi, quando, un improvviso dolore, rivela l’esistenza di un problema dentale e nell’attesa di visitare il nostro dentista di fiducia ci affidiamo ai risciacqui di acqua salata.

La soluzione salina, mimando le proprietà del liquido marino, è in grado di contrastare l’infiammazione e grazie al suo potere riequilibrante rende il ph della tua bocca giustamente alcalino. Insieme all’attenta spazzolatura e all’accurato passaggio del filo, il risciacquo con acqua e sale ti aiuta a mantenere una buona igiene orale e a migliorare i piccoli disturbi.
Puoi prepararti questa miscela riempiendo una tazza con acqua tiepida e aggiungendo da ½ a 1 cucchiaino di sale. Una volta disciolto tutto il sale nell’acqua puoi utilizzarlo come un comune collutorio trattenendolo in bocca per circa 30 secondi.

Forse ancora non lo sai ma c’è chi l’acqua marina non solo la sciacquetta in bocca ma la beve.

Goccia dopo goccia il celeste liquido conserva intatto il patrimonio minerale, nutrizionale e oligominerale originario. E c’è un folto numero di scienziati che, a partire dalla teoria del metodo marino di Quinton, stanno formando, attraverso corsi universitari dedicati al metodo, figure professionali in grado di curare le persone attraverso l’utilizzo di acqua marina come integratore naturale.

Secondo Quinton, nel suo libro “Curarsi con l’ acqua di mare”, il nostro organismo e quindi anche la salute dei nostri denti dipendono dalla misura con la quale avviciniamo ed introduciamo gli elementi in grado di ricreare l’equilibrio nutrizionale originario. L’acqua di mare è un potente riequilibrante, grazie all’equilibrio armonico degli oligoelementi che la compongono, in grado di curare in modo efficace l’organismo.

L’acqua del mare viene considerato un integratore alimentare ottimale proprio in quanto contenente tutti gli oligoelementi presenti in natura.
Grazie alla biodisponibilità in natura l’acqua di mare viene da tempo prescritta dai medici e venduta in farmacia o raccolta spontaneamente in spiaggia e, opportunamente conservata e trattata, consumata in diversi paesi europei (Spagna e Francia dove viene rimborsata dal servizio sanitario nazionale), e extraeuropei (Canada e America Latina). Il Nicaragua è il paese con il maggior consumo di acqua di mare nel mondo grazie ad una grande partecipazione della popolazione ai programmi di informazione sulle virtù dell’acqua marina promossi dalle università in collaborazione con i colleghi europei, giapponesi e colombiani.

Noi del Centro Odontoiatrico iDEA non abbiamo mai fatto mistero che l’innovazione è il nostro principio ispiratore ma siamo anche ben consapevoli e grati ai saperi naturali tradizionali. Ci piace conoscere e scoprire i rimedi antichi naturali perché è da lì che si è originata ai suoi albori, con passione e desiderio di curare, la moderna farmacopea.

Questi saperi tradizionali uniti alle moderne tecnologie di cura hanno permesso nel tempo di raggiungere un alto grado di affidabilità delle cure odontoiatriche.

Desideriamo trasmettere l’entusiasmo che portiamo nel nostro lavoro ai nostri pazienti e amiamo farlo incoraggiandoli a considerare il nostro lavoro medico come un punto d’arrivo di un percorso che non è solo terapeutico ma anche umano.

Dietro un sorriso smagliante c’è una dentatura affidabile. Un patrimonio che ereditiamo alla nascita frutto di migliaia di anni di evoluzione e che ci permette di elaborare il nutrimento necessario alla nostra sopravvivenza e, se ce ne prendiamo cura, di aumentare il nostro benessere psicofisico. Occuparsi della propria igiene dentale può essere anche un momento gioioso in cui intanto che ci si prende cura con amore di se stessi ci si diverte sbizzarrendosi, perché no!, con la fantasia.

Questo è particolarmente vero ed indicato per i bambini. Alcuni pediatri infatti consigliano che iniziare i bambini all’igiene dentale attraverso il gioco sia in grado di aiutarli a prendere consapevolezza del proprio corpo. Come? Attraverso per esempio la realizzazione di semplici ricette per la realizzazione di dentifrici fatti in casa. 🙂

Se hai un bambino e vuoi consigli su come educarlo ad una corretta igiene orale siamo a disposizione. Se sei un adulto ti aspettiamo a braccia aperte.

Importante!!! Se sei un subacqueo attenzione a buttarti a 30 metri di profondità senza prima passare dal tuo dentista di fiducia… l’acqua di mare è benefica ma non se la tua dentatura non è in ordine perché la pressione sott’acqua potrebbe trasformare un paradiso marino in un luogo meno simpatico… e a quel punto non ci sarebbe acqua e sale a salvarti 🙂

VPGD Comunicazione - Crediti