Se i denti non sono ben allineati non è sempre il caso di allarmarsi: bisogna valutare la situazione con un dentista di fiducia e quindi scegliere l’apparecchio ortodontico più adatto.

E’ sempre consigliabile effettuare una visita iniziale per valutare se la dentatura si stia sviluppando in maniera corretta e con il giusto equilibrio del sistema muscolo-scheletrico.

Solo a questo punto si può valutare il giusto tipo di apparecchio ortodontico.

Apparecchi ortodontici mobili
L’applicazione di un apparecchio ortodontico è indicata quando sia necessario condizionare lo sviluppo delle ossa.

In questi casi i più utilizzati sono apparecchi ortodontici mobili: sfruttano la naturale crescita della mandibola e del mascellare per guidare le strutture ossee e i denti portandoli nella posizione corretta.

Possono essere fissati in bocca direttamente sui denti o con un dispositivo di trazione extra-orale, ed esercitano la loro azione per mezzo di molle, elastici e attivatori oppure lavorando sulla muscolatura.

Apparecchi ortodontici fissi
Se si tratta solo di allineare i denti, invece, il momento migliore per intervenire è intorno ai 12 anni, quando sono comparsi quasi tutti o tutti i denti permanenti. In questo caso si utilizzano di preferenza dispositivi di tipo fisso.

L’apparecchio ortodontico fisso è preferito poiché permette di allineare i denti in modo molto preciso, è attivo 24 ore al giorno, indipendentemente dalla collaboratività del bambino, e permette di raggiungere i risultati desiderati in un tempo più breve.

Uno degli svantaggi degli apparecchi ortodontici fissi è quello di rendere più difficoltosa la corretta igiene orale. È quindi molto importante indirizzare bene il ragazzino a effettuare una pulizia meticolosa, usando appositi spazzolini, idropulsori, colluttorio.

Per valutare la necessità di un apparecchio ortodontico e soprattutto il tipo più indicato, contatta i tuoi dentisti di fiducia al Centro iDea a Roma Eur

Contattaci per un appuntamento

Data


Apparecchio ortodontico