fbpx

I 10 comandamenti dell’igiene orale

Per gli Specialisti del Centro Idea l’Igiene Orale è come una religione: va insegnata e praticata sin da piccoli per preservare la purezza, se non dello spirito, almeno dei nostri denti!

È per tale motivo che abbiamo deciso di preparare per tutti i nostri clienti un utile decalogo nel quale abbiamo inserito quelli che consideriamo i 10 Comandamenti dell’Igiene Orale, ossia i comportamenti e le buone pratiche quotidiane che bisogna scrupolosamente rispettare per avere un sorriso divino.

Dedica all’igiene dentale il tempo necessario. Al di sotto dei 2 minuti, infatti, è difficile eliminare completamente la placca depositata. Un utile consiglio è impostare un timer all’inizio dello spazzolamento, in modo da rispettare i tempi.

Lo spazzolino va cambiato periodicamente, almeno ogni 1-2 mesi, quando le sue setole cominciano ad apparire incurvate e perdono la loro compatezza. In questo modo migliorerai la qualità dello spazzolamento.

L’igiene orale non è solo una questione estetica e spesso per pigrizia si tende a dimenticare di spazzolare la parte posteriore dell’arcata dentale, a vantaggio di quella anteriore. Questa cattiva abitudine, se eliminata, eviterà l’insorgere di fastidi e problemi ai molari e alle gengive.

Il fluoro è un alleato prezioso per la salute dei denti perché esercita un’azione protettiva, antisettica e remineralizzante sullo smalto dentale. Tutti i dentifrici contengono fluoro, tranne quelli per bambini. Il passaggio a questa formulazione è consigliato solo quando il bambino ha perso l’abitudine a ingoiare il dentifricio durante la pulizia.

Generalmente si pensa che tutto ciò che è naturale sia meglio di ciò che è artificiale. Beh, non è così per le setole degli spazzolini. Infatti, le setole naturali di solito hanno punte regolari o cave, trattengono sostanze alo loro interno e non hanno un’azione di sfregamento ottimale, come invece le setole artificiali. Ti consigliamo, quindi, di usare quest’ultime.

Evita spazzolini con setole troppo dure, perché potrebbero intaccare lo smalto dei denti esercitando un’azione abrasiva. Meglio scegliere invece delle setole morbide, in quanto lo spazzolamento deve essere effettuato come un “massaggio” volto a rimuovere il sottile strato di placca depositato sui denti.

Questa posizione si chiama “tecnica di Bass” ed è quella più efficace per la corretta pulizia dei denti. Inclinando infatti lo spazzolino a 45° rispetto all’asse dei denti, le setole possono rimuovere facilmente la placca batterica dal solco gengivale. Tale manovra va fatta delicatamente muovendo lo spazzolino dalla gengiva al dente.

L’igiene orale non ammette dimenticanze! Uno degli errori più comuni che si fa quando ad esempio si usa la mano destra è dimenticarsi di spazzolare la zona interna superiore destra. Il nostro consiglio è di evitare di trascurare alcune zone delle arcate, soprattutto quelle più nascoste.

Quante volte ti abbiamo consigliato di utilizzarlo, ma per pigrizia ancora non l’hai fatto? Beh, non ci stancheremo mai di ripeterlo: l’uso del filo interdentale è fondamentale perché è l’unico strumento capace di arrivare laddove non riesce lo spazzolino! Altro consiglio? Spazzola anche la lingua, è un’ottima abitudine per prevenire carie, parodontopatie e disturbi dell’alito (alitosi).

Per integrare l’igiene orale, il nostro consiglio è utilizzare, al termine di tutte le operazioni descritte, un buon collutorio, di sicuro una soluzione molto utile per mantenere l’alito fresco, disinfettare il cavo orale, rimuovere la placca e re-mineralizzare i denti

Volete saperne di più? Compilate subito il form e prendete un appuntamento con la dott.ssa Daniela o con la dott.ssa Giulia o chiamate lo 06-52831020!

VPGD Comunicazione - Crediti