I 10 comandamenti dell’igiene orale

schermata-2016-10-17-alle-12-05-21

Il tuo specialista sarà

Laureata con lode in Igiene Dentale presso l’Università La Sapienza di Roma nel 2012 ha iniziato precocemente la collaborazione con il nostro studio.

I suoi pazienti la definiscono “efficiente” e “minuziosa”. Con lei svolgerete le sedute  di Igiene Professionale  e sarà in quell’occasione che vi svelerà  ogni segreto per il mantenimento della vostra Igiene e Salute Orale.

La dottoressa è in grado di proporvi, inoltre, trattamenti di Sbiancamento Dentale Professionale sia alla poltrona sia domiciliare, con un pratico kit di Sbiancamento che include mascherine trasparenti personalizzate e gel sbiancante.

La partecipazione all’Unione Nazionale Igienisti Dentali vi garantirà una professionista preparata e costantemente aggiornata.

Al disotto di questo tempo è difficile eliminare completamente la placca batterica da denti e gengive. Potresti impostare un timer all’inizio dello spazzolamento che ti aiuti a non accorciare il tempo necessario.

Quando le setole hanno perso la loro compattezza non esercitano più una efficace azione di pulizia. Il tempo normalmente indicato è di 2 mesi ma accorciandolo un pò si aumenta la qualità dello spazzolamento.

In genere si tende a trascurare la parte posteriore delle arcate a vantaggio dei denti anteriori, di importanza maggiore per l’aspetto estetico. Se si mantiene questa cattiva abitudine a lungo i denti molari e le loro gengive ne risentiranno.

Il fluoro esercita un azione protettiva, antisettica e remineralizzante sullo smalto dentale. Tutti i dentifrici contengono Fluoro ad eccezione di quelli per bambini; è opportuno che anche i più piccoli ne facciano utilizzo non appena ci si rende conto che perdono l’abitudine a mandare giu il dentifricio stesso.

Solitamente le setole naturali hanno punte irregolari e cave, trattengono sostanze al loro interno e non hanno un azione di sfregamento ottimale come quelle artificiali. Sono pertanto quest’ultime quelle da preferire.

Non si richiede, infatti, nessuna azione abrasiva allo spazzolamento che deve, invece, essere effettuato come un massaggio atto a rimuovere il sottile strato di placca depositato sui denti.

Rispetto all’asse del dente e muovilo verticalmente dalla gengiva verso il dente (dal rosa al bianco).

Devi fare attenzione a non trascurare alcune zone delle arcate, ad esempio la zona interna superiore destra.

Quando hai finito di spazzolare i denti passa il filo interdentale e pulisci la lingua con strumenti appositi. Quest’ultima è un’ottima abitudine per la prevenzione di carie, parodontopatie e disturbi dell’alito (alitosi).

dei denti associato all’utilizzo del filo interdentale e del puliscilingua resta comunque necessario l’utilizzo di routine di collutori. Si attribuisce a quest’ultimi la capacità di rimuovere chimicamente un alta quota di batteri al fine di ridurre la possibilità di insorgenza di carie.

Volete saperne di più? Compilate subito il form e prendete un appuntamento con la dott.ssa Daniela o con la dott.ssa Giulia o chiamate lo 06-52831020!

Creazione Siti WebSiti Web Roma